6 Giugno 2024

Il Green Asset Ratio tra opportunità e difficoltà applicative per le istituzioni finanziarie

Dal primo gennaio 2024 gli istituti di credito hanno l’obbligo (e l’opportunità) di calcolare il Green Asset Ratio (GAR) per comunicare all’esterno i progressi nel riorientamento degli affidamenti, specialmente in termini di lotta al cambiamento climatico. L’obiettivo è quello di fornire una fotografia del livello di esposizione ai rischi climatici e ambientali dell’istituto di credito e, al contempo, il livello di impegno che questo mette nel finanziare la transizione climatica e ambientale. In questo modo le banche saranno incoraggiate a offrire condizioni più convenienti alle aziende più sostenibili, mentre gli investitori e i clienti potranno valutare l’affidabilità di un istituto di credito anche prendendo in considerazione il suo impatto sull’ambiente. Tuttavia, le prime indagini indicano che c’è ancora parecchia strada da percorrere. Un’analisi della Banca centrale europea (BCE) rivela che il 90% delle banche dell’area Euro ha portafogli prestiti alle imprese ancora significativamente disallineati con gli obiettivi climatici della Tassonomia.

Clicca qui per scaricare il Position Paper n. 270 del Laboratorio REF Ricerche